Come neutralizzare gli impianti d’allarme.

Furti zona Brescia con jammer portatili.

Gli impianti di allarme spaventano solo i topi d’appartamento ma non i ladri professionisti dotati di sistemi jammer portatili. Sono disturbatori multi frequenza, apparecchiature elettroniche in grado di annullare o meglio di coprire le onde radio e utilizzati per impedire ai sistemi di sicurezza di trasmettere segnali dai sensori alla centrale se si tratta di disturbatore 433 Mhz o 868 Mhz. Potrebbero avere anche jammer destinati a bloccare la rete gsm, che bloccherebbe le i telefoni cellulare e di conseguenza anche il combinatore telefonico impedendo l’avviso dei padroni di casa e delle centrali operative di istituti di vigilanza o dell’ordine. Fortunatamente, questi dispositivi, vengono utilizzati da bande di professionisti che cercano particolari abitazioni da colpire in una determinata zona generalmente queste tipologie di bande organizzate, prende di mira le ville. Abbiamo anche visto bande attrezzate di software in grado di emulare i telecomandi che con un attacco brute force cercano il codice corretto per disattivare i sistemi di sicurezza.

Fin ora solo brutte notizie, ma non disperate, più avanti nell’articolo, vi illustrerò le contromisure per evitare spiacevoli visite. Inoltre ricordate che bisogna sempre effettuare la corretta valutazione sul livello di rischio, inutile esagerare se dobbiamo proteggere un appartamento in condominio, ma se dobbiamo salvaguardare una villa isolata con parco e valori considerevoli all’interno, che potrebbe attirare l’attenzione di ladri professionisti, inoltre per questa tipologia di clientela, suggerisco l’installazione di allarmi silenziosi, pulsanti anti rapina e codici sotto coercizione, collegati con istituti di vigilanza e pronto intervento.

Come si battono i ladri professionisti?

Si battono chiamando i “buoni professionisti” e destinando il giusto budget al progetto sicurezza.

Crea immediatamente il preventivo per un antifurto professionale ad un ottimo prezzo!

Come i ladri neutralizzano la sirena dell’antifurto?

I malviventi non tecnologici usano schiume per silenziare le sirene esterne (sempre chi ci possano arrivare), sanno come fare per “accecare” i sensori volumetrici (sempre che i sensori non siano anti accecamento e spray), sanno aprire le porte blindate con il grimaldello (sempre che la serratura non sia di ultima generazione). I ladri più grezzi, si limitano a distruggere la centralina del sistema di allarme, cosa tra l’altro assolutamente inutile, oppure effettuano un buchino sotto la maniglia della finestra con un avvitatore, per poi entrare con un perno e ruotare la maniglia o a togliere il cilindro di una porta. Anche le grate o inferriate alle finestre, se non di ottima qualità e fissate molto bene, si sono rivelate vulnerabili, costose ed inutili (sapeste quante ne ho viste buttate dai ladri in giardino)

Situazioni simili si sono purtroppo verificate negli ultimi mesi in varie località Bresciane e Mantovane. Sono state assaltate case e ville, anche di noti imprenditori. Ma, se posso esprimere la mia modesta opinione podo anni di esperienza nel settore della sicurezza, proteggersi si può senza blindare la propria casa. Come accennato in precedenza bisognerà fare le corrette valutazioni, spesso anche senza spendere troppo adottando alcuni accorgimenti o aggiornando sistemi di sicurezza già presenti.

Il fatto che fin ora i ladri ti abbiano graziato, non significa assolutamente che non verranno mai, vediamo una situazione assolutamente disomogenea, ormai vengono colpite tutte le tipologia di abitazioni e persone, dall’appartamento in condominio dell’operaio alla villa del orefice. Tutti hanno diritto di sentirsi sicuri all’interno della propria casa, spendendo il giusto.

Per quanto riguarda gli impianti elettronici di sicurezza una buona sinergia tra protezione perimetrale esterna e interna, abbinati a sirene anti schiuma, a rilevatori di tentativi di accecamento contro appunto i jammer, il collegamento dell’apparato di comunicazione sia alla linea gsm che a quella pstn, oltre ad una serie di accorgimenti in fase d’installazione, garatantisce un buon livello di sicurezza  E’ indispensabile però che il progetto casa sicura sia seguito da un’ azienda specializzata che utilizzi apparecchiature anti disturbo.

Contromisure alle contromisure dei ladri.

Attualmente esistono tutte le contromisure per contrastare e prevenire anche le bande di ladri “hacker” disponiamo di sistemi in grado di controllare la linea gsm, con un apparecchio posto nella centrale di vigilanza, potremo monitorare il collegamento gsm con l’abitazione del cliente e rilevare tempestivamente un tentativo di jammer, dando l’allarme ancor prima che possano effettivamente entrare. Ovviamente, per l’installazione e la configurazioni di tali sistemi è meglio affidarsi ad esperti.

 

Se il GSM è ormai al tramonto, cosa dovremo fare con i combinatori telefonici degli antifurti?

Fine del GSM, cosa fare con il combinatore dell’antifurto di casa?

Dai dati diffusi da Ericsson Mobility Report emerge la tendenza in vertiginoso aumento delle connessioni alla banda larga per dispositivi mobile LTE, sono in aumento anche le sim 3G e 4G, sono invece in controtendenza le vendite di schede GSM.

Il boom di vendite è dovuto alla diffusione dei Social Network, non serve un team di ricercatori universitari per capirlo, basta guardarsi attorno per vedere quanto le persone siano immerse nel mondo parallelo a quello reale per capirlo. Inoltre i dati rilevano un forte sviluppo del comparto anche in paesi poveri in via di sviluppo, purtroppo a volte arriva prima l’Iphone che l’acqua.

 

Crea immediatamente il preventivo per un antifurto professionale ad un ottimo prezzo!

 

Ma visto che noi ci occupiamo di sicurezza, a noi che importa del fatto che la tecnologia GSM possa essere abbandonata?

Purtroppo, mentre con lo smartphone di ultima o penultima 😉 generazione non ci accorgiamo nemmeno di cosa stia utilizzando per consentirci di telefonare, in quanto automaticamente il telefonino utilizza la banda migliore, con i combinatori telefoni degli antifurti non è così.

Se ipoteticamente domani mattina smettesse di funzionare completamente la banda GSM, avremo la maggior parte degli allarmi isolati, non più in grado ne di telefonare ne di inviare sms.

Non avrebbero problemi solo i pochissimi in grado di funzionare con altre tecnologie, ma vi assicuro sono davvero pochissimi.

Tuttavia non credo sia ancora il momento di fare allarmismi, attualmente in italia vi è ancora un buon numero di utilizzatori delle linee gsm, tanto che diversi operatori hanno lanciato prodotti ed offerte dedicate proprio ai combinatori telefonici gsm, le famose M2M, acronimo di Machine-to-machine.

Se dovessero dismettere le comunicazioni GSM cosa potremmo fare con i combinatori e le centrali antifurto GSM che tutti hanno a casa?

Chiaramente dipenderà dal modello di combinatore telefonico o centrale che avete installato, in alcuni modelli sarà possibile sostituire solamente la periferica gsm, in altri, bisognerà aggiornare la centralina se si tratta di un sistema integrato.

Ripeto, per il momento non mi fascerei la testa e comunque, siamo sopravvissuti all’avvento del digitale terreste, siate fiduciosi, sopravviveremo anche alla fine del GSM.

 

Servizio delle Iene a Bergamo sulla legittima difesa.

Servizio delle Iene, girato a Bergamo che parla di difesa della casa e delle persone.

La nostra riflessione sul servizio:

Personalmente, ritengo che il servizio di Luigi Pelazza, sia ottimo, nonostante non concordi pienamente con il messaggio finale, infatti, credo sia un diritto di ogni onesto cittadino potersi difendersi e difendere la sua casa. Pelazza, grande professionista, ha interpellato due grandissimi esperti in tecniche di difesa Carlo Bifani ed il leggendario Instructor Zero, che hanno ribadito quanto sostenuto da noi in tempi non sospetti

Avere un arma, non significa automaticamente saperla usare, specialmente in momenti di stress fortissimo, avere la mente lucida ed il controllo in sicurezza dell’arma, richiede molto allenamento, sicuramente ben lontano dai cento colpi richiesti dal TSN (Tiro a Segno Nazionale) per avere il certificato di idoneità al maneggio di armi.

Dall’ articolo del 23/10/2017 Antifurto Vs Pistola

Sostanzialmente, i due esperti ( e questi due lo sono davvero sul campo, non sono leoni da tastiera), ribadiscono la necessità della prevenzione dei furti, non dobbiamo essere svegliati da un ladro che si trova già in corridoio mentre noi stiamo dormendo. In questa condizione il ladro avrebbe quasi sicuramente la meglio, lui è in condizione di massima operatività con l’adrenalina al massimo, noi saremmo in fase rem, e non avremmo il tempo di prendere l’arma anche se l’avessimo. Un sistema di rilevamento tecnologico, come un antifurto esterno, perimetrale o sulle porte e finestre, ci avviserebbe minuti prima del pericolo imminente.

Se davvero, volete rendere sicura la casa, gli step devono essere:

  1. Far installare un antifurto professionale da una ditta specializzata (necessario)
  2. Installare qualche telecamera, ci sono kit wifi auto installanti con prezzi accessibili (opzionale)
  3. Rinforzare le protezioni meccaniche sugli accessi più deboli ad esempio aggiungendo catenacci sulle porte e finestre
  4. Richiedere un porto d’armi ad uso sportivo (a vostra discrezione solo se ve la sentite)
  5. Documentarvi per una corretta detenzione e custodia dell’arma (necessario)
  6. Frequentare costantemente corsi ed esercitazioni di tiro dinamico (necessario)

Richiedi maggiori informazioni, senza impegno, un tecnico ti contatterà e ti spiegherà tutto!

 

  • Al pacchetto, si potranno aggiungere sensori, sirena, telecomandi, accessori, basterà dirlo al tecnico che vi contatterà e che le inserirà nel preventivo.
  • Potete richiedere un sopralluogo gratuito e senza impegno, quando si parla di sicurezza, è bello farlo faccia a faccia.
  • L’offerta include l’installazione entro 30 km dalla sede di Castiglione delle Stiviere, per installazioni a distanze superiori, verrà richiesto un contributo aggiuntivo, comunque chiaramente specificato nel preventivo.

Installare un antifurto in 5 step.

Istruzioni rapide montaggio antifurto:

  1. Disegnare una planimetria della vostra casa comprese tutte le camere, finestre e porte. Ciò aiuterà nella pianificazione peraccessi vulnerabili posizionare la centralina e gli altri componenti del sistema di allarme. Una regola generale è che la centrale deve essere posizionata vicino al quadro elettrico o in prossimità di una presa di corrente che non sia controllata da un interruttore.
  2. Scegliere dove posizionare i sensori di sicurezza, sensori antincendio e sirena di allarme interna. Questi dovrebbero essere collocati in un luogo in cui non possono essere facilmente trovati e distrutti da parte di intrusi. Collocare rilevatori incendio e fumo in prossimità dei locali di servizio e vicino alla zona notte. rilevatori d’ intrusione collocati sulle finestre, porte e altre aperture che possono essere utilizzati da un intruso. Meglio installare la sirena d’ allarme interna vicino al centro della casa e lontano da tutti i punti di ingresso e di uscita.
  3. Installare la centrale di controllo ad un’altezza facilmente accessibile a tutti i membri della famiglia. Il pannello di controllo ha bisogno di alimentazione e il cablaggio deve essere dal pannello di controllo ad una presa di corrente direttamente sotto alla centrale.Collegare il cavo di alimentazione. Le unità di controllo di solito hanno batterie. I passaggi per il fissaggio della centralina alla parete varia a seconda del modello.
  4. Installa su tutte le porte e finestre sensori trasmettitori che uniscono i bordi delle cornici delle porte o finestre. Alcuni sensori con adesivi, mentre gli altri sono fissati con viti.Utilizzare viti da legno per il fissaggio dei sensori sui telai in legno delle finestre e porte o viti metalliche autofilettanti per l’uso in strutture metalliche. Il numero di viti per ciascun sensore varia a seconda del produttore, ma due è comune. Il sensore è dotato di un magnete che è collegato direttamente alla finestra o porta.
  5. Programmare tutti i componenti secondo le istruzioni riportate nel manuale. Testare il sistema seguendo la procedura descritta nel manuale del sistema. La centralina antifurto, di solito ha un modo di “prova”.Assicuratevi di provare tutti i sensori.

Guida all’installazione di catenacci per migliorare la sicurezza della casa.

Installare un catenaccio alla porta d’ingresso.

L’installazione di un catenaccio sulla porta d’ingresso, è un modo semplice ed economico per migliorare la sicurezza della casa.

Un modo semplice, rapido ed economico per migliorare la sicurezza della nostra casa è quella di installare un blocco semplice alla porta, o anche alle finestre particolarmente vulnerabili.

Con ogni catenaccio aggiuntivo otterremo un nuovo punto di ancoraggio alla porta. Quindi, se si installa una coppia di catenacci, uno sopra la serratura e l’altro al di sotto di esso, possiamo creare noi stessi un’alternativa economica alla porta blindata.

Naturalmente, come ogni alternativa economica avrà i suoi limiti. Per esempio i catenacci, in genere possono essere bloccati solo  dall’interno mentre qualcuno è a casa. Dall’esterno, si potrà utilizzare solo la serratura originale.

Alcuni modelli sono dotati di chiave per il comando dall’esterno, ma non è una tipica implementazione. Un altro inconveniente è che avremo altre chiavi per poter dare le mandate ai catenacci aggiuntivi dall’esterno. Dovremo inoltre forare la porta.

Se vogliamo installare un lucchetto o catenaccio alla porta il primo passo è quello di scegliere il modello che meglio si adatta alle nostre esigenze. Basta tenere a mente in che modo la porta si apre è possibile che alcuni modelli di serrature eseguiti solo in un determinato senso, soprattutto se deve avere la chiave per essere azionato dall’esterno. In commercio  vi è una grande varietà di catenacci, più o meno grandi, ingombranti, e sofisticati. Scegliere il più grande e più robusto bullone non è sempre la scelta
migliore, perché potrebbe non essere possibile installarlo a casa nostra su una porta o una finestra.

Bisogna considerare lo spazio disponibile.

Dopo aver scelto il modello, procedere all’installazione, che spesso può essere semplice basterà avere delle viti della giusta misura.

Fissate prima la parte che ha il pistoncino o la barretta che si muove, poi la guida, in modo da non poter sbagliare.

 

 

 

Allarme per proteggere l’esterno di una abitazione.

Allarme esterno

quanto costa allarme casa

Salve, da qualche anno sto pensando di cambiare il mio sistema di allarme esterno perché attualmente dispongo di un antifurto volumetrico, ma ho sentito parlare molto bene della tecnologia wireless, e mi piacerebbe saperne di più. Un allarme wireless o senza fili potrebbe andare bene anche per proteggere l’esterno di una abitazione?
Buona sera, e grazie per la sua richiesta di consulenza e per la fiducia accordataci.
In realtà, il sistema di allarme esterno di cui lei dispone potrebbe essere già sufficiente per proteggere la sua casa, ma tutto dipende da fattori che non è possibile considerare se non con un sopralluogo sul posto per capire come effettivamente gestire le sue richieste.
In linea di massima, un allarme esterno volumetrico è una buona soluzione, ma esistono anche dei tipi di antifurto come ad esempio quello che lei ha menzionato nella sua richiesta, ovvero l’antifurto wireless, che ha ottime risposte in fatto di sicurezza e di protezione, anche per gli ambienti esterni e non solo per gli interni.

 Crea immediatamente il preventivo per un antifurto professionale ad un ottimo prezzo!

La tecnologia wireless è una tecnologia di ultima generazione, che ha diversi vantaggi, tra i quali il fatto di non richiedere troppe operazioni murarie per quel che riguarda la loro installazione, e ciò rappresenta già un ottimo punto a favore di questo tipo di sistema di allarme che può essere installato ed eventualmente anche configurato e riconfigurato in caso di guasti, senza toccare minimamente la parte strutturale della casa.

 

La semplicità di installazione, ed anche la sicurezza che questo tipo di allarme rappresenta ci portano spesso a consigliare l’allarme wireless, anche quando si tratta di allarme esterno: in questo caso, lei potrebbe pensare ad un allarme esterno perimetrale, perché questo le garantirebbe un’ottima difesa contro intrusioni esterne, ma il costo dell’operazione potrebbe non essere così irrisorio.
Quindi, valuti bene se non sia semplicemente il caso di applicare dei sensori a porte e finestre, in modo da evitare un costo eccessivo dell’operazione che intende eseguire.

 

Allarme senza fili in evoluzione.

Allarme senza fili in evoluzione, dalle nuove tecnologie all’installazione

L’evoluzione dei sistemi di sicurezza può essere analizzato sotto diversi punti di vista, questi non comprendono soltanto il miglioramento degli elementi di prevenzione ma anche, ad esempio, il lavoro di installazione che gli apparecchi o apparati richiedono. L’allarme senza fili rappresenta proprio uno di quegli ambiti in cui evoluzione delle tecnologie dei sensori e capacità di installazione hanno raggiunto i livelli massimi di elaborazione e qualità. Ma che cosa significa installare un allarme senza fili? ad oggi significa dotare uno spazio domestico, professionale, commerciale o altro di un sistema di segnalazione contro furti e intrusioni basati su onde radio e tecnologia wireless. Significa ad esempio, che la segnalazione usa i moderni mezzi di trasmissione e comunicazione come collegamento ai cellulari e altri dispositivi mobili magari collegati anche a livello satellitare e ancora altre segnalazioni contemporanee che arrivano anche all’allarme diretto alle forze dell’ordine.

Anche prima dell’introduzione del collegamento wireless, si parlava di allarme senza fili ma questo non intendeva tanto il sistema di avviso al proprietario del luogo o della casa, ma un impianto che riconosceva l’intrusione di una persona percependo attraverso dei sensori la differenza di calore e questo faceva scattare la chiusura serrata delle porte o delle finestre e la forte segnalazione acustica. Via via, l’allarme senza fili è stato collegato al concetto delle videocamere di sicurezza, oggetti che con l’evolversi della tecnologia e delle componenti si sono resi sempre più accessibili come prezzi. Il miglioramento del sistema ad onde radio o digitali (rete wireless)  non ha consentito soltanto di accelerare la segnalazione e la comunicazione ai proprietari e alle forze dell’ordine della violazione di proprietà privata, ma ha anche migliorati i lavori di installazione. Prima i normali allarmi prevedevano il collegamento con fili tra gli ingressi a rischio e le videocamere o segnalatori di presenza, invece l’allarme senza fili odierno connette tutto il sistema soltanto attraverso la rete e un sistema informatico digitale, il che comporta un’accelerazione dei sistemi di installazione che salta il passaggio della rottura dei muri, ad esempio, per inserire fili di collegamento o centraline elettriche separate.
[button style=”btn-primary” url=”https://bgsolution.it/preventivo-antifurto/” size=”” block=”false” target=”_self”] RICHIEDI UN PREVENTIVO PERSONALIZZATO ANTIFURTO [/button]

Anti-rapina per negozi, attività commerciali ed abitazioni.

Allarme rapina

La funzione anti-rapina presente nelle nostre centrali di allarme una volta innescata, provoca l’invio di sms e chiamate telefoniche verso i numeri memorizzati con uno specifico messaggio.

Crea immediatamente il preventivo per un antifurto professionale ad un ottimo prezzo!

 

Allarme silenzioso

L’anti-rapina è un allarme silenzioso, non causa il suono della sirena in modo da non far innervosire i malviventi, ma allerta amici, parenti o personale addetto alla sicurezza.

Tramite apposita richiesta, si potrebbe collegare l’allarme anche alle forze dell’ordine (gratuitamente) o ad istituti privati di vigilanza.

Posizionando ad esempio un pulsante nascosto sotto il bancone, un commesso alla cassa, potrebbe in modo discreto senza rischiare, richiamare l’attenzione dei colleghi.

Oppure per fare un’altro esempio sull’utilità del sistema d’allarme silenzioso, che purtroppo spesso si verifica, è quello della barista che per lavoro si trova anche di sera da solo e si trova qualche cliente che avendo alzato troppo il gomito, inizia ad importunarla pesantemente, in questo caso la malcapitata, potrà prevenire possibili rischi, grazie all’antifurto che chiederà aiuto in modo discreto.

Azionare il dispositivo di richiesta assistenza, anche solo come prevenzione in caso di sospetti verso il cliente/rapinatore prima che atteggiamenti minacciosi sfocino in violenza.

Abbiamo molta esperienza nella protezione di attività commerciali, e possiamo asserire che la prevenzione può fare la differenza sugli utili, per questo dovreste considerare che l’installazione di antifurto/anti-rapina o di un sistema di videosorveglianza è un forte deterrente e un investimento.

Allarme medico, chiamata d’emergenza.

Lo stesso principio dell’antifurto anti rapina, può essere utilizzato come allarme medico, una persona anziana o un malato con difficoltà di deambulazione, potrebbe grazie ad un braccialetto dotato di pulsante d’emergenza o di un telecomando, chiamare i soccorsi in caso di malore o necessità urgente grazie al combinatore telefoni gsm, all’ascolto ambientale.

Potremmo poi abbinare alla chiamata d’emergenza medica, una telecamera con microfono che consentirà una veloce reale valutazione delle situazione.

 

 

INSTALLAZIONE IMPIANTI ALLARME BRESCIA

INSTALLAZIONE IMPIANTI ALLARME  BRESCIA E VIDEOSORVEGLIANZA

La nostra azienda impianti antifurto professionali, realizza sopralluoghi e preventivi gratuiti per l’installazione di allarmi
e sistemi di videosorveglianza a Brescia e provincia.

Perchè scegliere BG Solution come partner per la sicurezza della tua casa?

Innanzi tutto, perché richiedendo un preventivo senza impegno, riceverai anche una consulenza gratuita, un nostro tecnico si recherà a casa tua per un sopralluogo e ti fornirà preziosi suggerimenti per aumentare il livello di sicurezza della tua abitazione o negozio.

A differenza di altre aziende strutturate e finalizzate a raccogliere e scappare, la nostra azienda punta ad instaurare un rapporto di fiducia continuativo e continueremo a seguire ed assistere il cliente per tutte le successive necessità. Noi non ti mandiamo un venditore a visionare la casa, un personaggio che nulla conosce di sicurezza, il cui unico compito è vendere un impianto, che poi se mal progettato genererà falsi allarmi e costi aggiuntivi non preventivati. Gli agenti commerciali utilizzati da molte aziende, sanno che guadagnano solo se vendono, e che poi una volta firmato non si troveranno più a rivedere il cliente.

Noi non lavoriamo in questo modo e la serietà portata avanti negli anni, ci sta dando delle buone soddisfazioni!

Vuoi sapere come lavora la nostra azienda?

  1. Se richiedi un preventivo compilando i questionari che trovi sul nostro sito, potremo inviarti un preventivo preliminare in modo da mostrarti cosa potrebbe costare installare un sistema antifurto.
  2. A questo punto sarà tua facoltà richiedere ulteriori informazioni contattandoci per e-mail o telefonicamente, non saremo noi a tartassarti con chiamate insistenti come fanno altri.
  3. Se vorrai potremo fissare un appuntamento per un sopralluogo sempre senza impegno, ma attenzione che proprio a questo punto arriva la questione che più ci differenzia dalla concorrenza. Il sopralluogo, verrà effettuato da un tecnico specializzato e se ti dovesse convincere, sappi che sarà proprio quel tecnico ad occuparsi fisicamente dell’installazione e di tutta la futura assistenza del tuo antifurto.

Perché il tecnico che esegue il sopralluogo deve essere quello che si occupa di tutto?

In questo modo non ci possono essere sorprese o rimbalzi di responsabilità, il tecnico è responsabile e risponde personalmente di tutto quello che dice e promette al cliente in fase di progettazione, installazione, programmazione ed assistenza post vendita.

Questa responsabilità e serietà ha effetti positivi sia per il cliente che per noi, in quanto la vostra soddisfazione e fiducia ci sprona a lavorare sempre meglio.

Richiedi un sopralluogo gratuito anche per tutta l’area del lago di Garda.

Sistemi di sicurezza professionali, del gruppo BG Solution, dal 2008 costruisce e installa professionalmente impianti e sistemi d’allarme a Brescia e provincia.

[row]

[col span=”6″ span__sm=”12″]

VENDITA IMPIANTI ALLARME BRESCIA

BG Solution riesce a rispondere a tutte le necessità di sicurezza, siano civili, industriali, commerciali o addirittura militari.

Le diverse soluzioni, garantiscono un livello di sicurezza adeguato all’effettivo rischio, riducendo i costi per il cliente.

Un privato cittadino che richiede maggior sicurezza per la sua casa di BRESCIA e provincia, troverà sicuramente con BG Solution le soluzioni migliori.

Queste le principali applicazioni per cui vendiamo i nostri impianti allarme Mantova:

  • Case
  • Uffici
  • Aziende
  • Enti pubblici
  • Parchi
  • Terreni liberi
  • Locali (bar, negozi…)

CONTATTACI PER INFORMAZIONI SUI NOSTRI IMPIANTI ALLARME BRESCIA
ti contatteremo velocemente per fissare un sopralluogo personalizzato e gratuito!

[/col]
[col span=”6″ span__sm=”12″]

INSTALLAZIONE IMPIANTI ALLARME BRESCIA

I nostri tecnici, selezionati, qualificati e soprattutto affidabili nell’installazione di impianti d’allarme e videosorveglianza a BRESCIA: competenza che si estende sia su impianti d’allarme Brescia per case e residenze, sia su impianti allarme Brescia per aziende o uffici.

Scegliendo BG Solution per l’installazione del vostro impianti allarme Brescia, avrete la certezza di godere dei seguenti vantaggi:

  • Sicurezza
  • Sistemi allarme Brescia affidabili
  • Soluzioni personalizzate
  • Servizio a 360°
  • Professionalità
  • Teleassistenza
  • Prezzi competitivi.

BG Solution: tutta la sicurezza che cerchi per la tua casa o azienda di Mantova e provincia!
SISTEMI ALLARME BRESCIA

  • Sistemi allarme a 2 telecamere
  • Sistemi allarme a 4 telecamere
  • Sistemi allarme a 8 telecamere
  • Sistemi allarme a 16 telecamere
  • Sistemi allarme ip
  • Sistemi allarme autoconfiguranti
  • Sistemi allarme wireless
  • Sistemi allarme ad alta sicurezza
  • Sistemi allarme cablati
  • Sistemi allarme over ip
  • Sistemi allarme speed dome

[/col]

[/row]

INSTALLAZIONE IMPIANTI ALLARME  BRESCIA E VIDEOSORVEGLIANZA

[row]

[col span=”6″ span__sm=”12″]

[title text=”Configuratore antifurto”]

[/col]
[col span=”6″ span__sm=”12″]

[title text=”Dicono di noi”]

[testimonial image=”https://bgsolution.it/wp-content/uploads/2016/04/ooooookkkkkkk.jpeg”]

Luca Cristiano

 Azienda molto affidabile Ulteriore plus oltre a qualità dei prodotti, servizio e disponibilità

[/testimonial]
[testimonial image=”https://bgsolution.it/wp-content/uploads/2016/04/ooooookkkkkkk.jpeg”]

Matteo Garbin

 Ottima azienda ed ottimo allarmeMolto soddisfatto. Grazie

[/testimonial]
[testimonial image=”https://bgsolution.it/wp-content/uploads/2016/04/ooooookkkkkkk.jpeg”]

Alessio Capello

 Mitttico Ottimo allarme

[/testimonial]

[/col]

[/row]

Produzione energia elettrica, a rischio le risorse idriche a causa del clima

I cambiamenti climatici entrano nelle nostre case e nei nostri ambienti di lavoro, questo perché secondo alcune ricerche metterebbe a rischio la produzione mondiale di energia elettrica entro il 2040. L’allarme è stato lanciato da uno studio pubblicato sulla rivista Nature Climate Change, i cambiamenti climatici secondo gli scienziati comprometteranno il 60% della produzione di elettricità globale, a rischio sono soprattutto le risorse idriche prosciugate dalla siccità e dall’aumento delle temperature.

Attualmente le centrali utilizzano l’acqua di laghi e fiumi, ma entro il 2040 una siccità estrema e l’aumento delle temperature ridurranno la disponibilità di risorse idriche in molte regioni del pianeta.

Lo studio è stato condotto dai ricercatori dell’International institute for applied systems analysis, in Austria, e della Wageningen University, in Olanda. Sono stati presi in esame i dati di 24.515 centrali idroelettriche e 1.427 centrali termoelettriche. In queste due tipologie di centrali avviene il 98% della produzione di energia elettrica globale ed entrambe dipendono dalla disponibilità di risorse idriche.

L’Europa centro meridionale è tra le regioni a rischio insieme a Stati Uniti, le regioni meridionali del Sud America, il Sudafrica, Sud-Est asiatico e Australia Meridionale. Se l’acqua era considerata una volta risorsa green e rinnovabile oggi questa definizione è a rischio, infatti, nei prossimi 25 anni la domanda di elettricità crescerò a livello mondiale soprattutto nei paesi emergenti, l’ipotesi è la produzione di energia elettrica si baserà principalmente su fonti rinnovabili. Dal 2040 al 2069, però, oltre il 60% delle centrali elettriche mondiali produrrà meno energia a causa del riscaldamento globale.

Salva e condividi il carrello
Il tuo carrello verrà salvato e ti verrà fornito un link. Tu, o chiunque con il link, potrà recuperare il carrello in qualsiasi momento.
Back Salva e condividi il carrello
Il tuo carrello verrà salvato con le immagini del prodotto con tutte le informazioni ed i prezzi. Potrai inviarlo a te stesso per concludere l'acquisto in qualsiasi momento, cliccando sul link.
Your cart email sent successfully :)